Per fare il tuo DUVETICA ci vuole tessuto, cerniere, bottoni, filo, qualche pugno di prezioso fiocco di piumino e qualche grammo di piumetta. 

Ma c’è piumino e piumino.

Anzi, prima ancora sarebbe meglio dire che c’è il piumino e la piuma e tra piumino e piuma la differenza è notevole. La piuma, più pesante e rigida per la presenza del calamo, molto sviluppato e tozzo, risulta setosa alla base con un vessillo molto sviluppato, flessibile e leggermente arcuato. Il piumino si presenta come un vero e proprio fiocco tridimensionale privo di asta centrale (rachide) tipica invece della piuma; questo fiocco è costituito da un nucleo centrale e numerosi sottilissimi filamenti elastici che sono alla base del suo ineguagliabile potere isolante.

Il piumino rappresenta la parte nobile del piumaggio, leggero e vaporoso e, contrariamente alla piuma, è presente in quantità minima, da 20 a 35 grammi al massimo. Da qui la sua preziosità. Il peso di un singolo fiocco può essere fino 10 volte più basso paragonato a quello della più piccola piumetta; non deve quindi meravigliare che un solo grammo di piumino d’oca possa contenere oltre 500 di questi fiocchi.

Duvetica acquista esclusivamente da fornitori che certificano la provenienza delle piume da sotto prodotti dell’industria alimentare. 

Questa grande differenza fa si che la qualità di una imbottitura venga definita dalla quantità di piumino rispetto alla quantità di piuma. Pur considerando che una presenza minima di piccole piumette, non più però l’imbottitura migliore sarà composta da non meno del 90% di piumino e da non più del 10% di piumetta.

Quel 10% è funzionale ad esaltare le caratteristiche di elasticità dell’imbottitura stessa, ad una maggiore presenza di piumino corrisponderà inevitabilmente una maggiore qualità dell’imbottitura in termini di sofficità, leggerezza e volume.

Abbiamo iniziato dicendo che c’è piumino e piumino.

Il piumino è inimitabile, insuperabile in natura e non esiste prodotto di laboratorio che ne eguagli le caratteristiche isotermiche ed igroscopiche dalle quali deriva un comfort ineguagliabile. 

Le sue qualità sono usualmente rilevate misurando in laboratorio il potere gonfiante (filling power), la capacità cioè di occupare volume sommata alla capacità di “ritorno” elastico successivo ad una compressione. Più elevato risulterà il potere gonfiante più elevate saranno le performances dell’imbottitura in termini di leggerezza, calore e comfort.

La dimensione e la densità dei filamenti di ogni singolo fiocco determinano il suo potere gonfiante; proprio questo segreto magico delle piume differenzia i fiocchi grazie ad un lungo e complesso lavoro artigianale e industriale. Sono infatti la qualità e il processo di lavorazione a determinare la conservazione di queste sue caratteristiche e a differenziare il valore dell’imbottitura.

Parlando di piumino la questione quindi è semplice, non esistono “formule magiche” fatte di misture di differente provenienza, il miglior piumino è indiscutibilmente quello d’oca, con un rapporto ideale pari a 90% piumino 10% piuma. 

Qui accade la magia ed è qui che, dalla qualità e dall’amore, inizia la tua storia.